800 587998 info@easyinvest.it

Chi l’ha detto che si partecipa alle aste per comprare sotto costo

In alcuni casi si partecipa alle aste per comprare e basta! Il prezzo non sempre è rilevante e per alcuni non costituisce il motivo principale per cui si decide di fare un’offerta.

Di questo ne abbiamo avuto conferma stamattina, quando ci siamo recati presso lo studio del notaio nel quale si sarebbe svolta la vendita e ci siamo imbattuti in ben 23 persone che erano sul posto per la stessa ragione…comprare un appartamento di 130mq alla modica cifra di 45.000 euro.

Il notaio da inizio all’apertura delle buste, le offerte partivano da 45.000 euro fino a un massimo di 64.000 euro.

Si parte con i rilanci, è previsto un unico rilancio segnato su un foglio e l’immobile verrà aggiudicato a chi avrà fatto l’offerta più alta.

Tutti consegnano il foglio al notaio che, procede con la lettura…Tizio ha offre 70.000 euro, Caio offre 75.000 euro, Sempronio offre 80.000 euro e così via…fin qui tutto va come previsto, arriva poi un’offerta di 110.000 euro, e a questo punto pensiamo che l’appartamento ha ormai raggiunto il suo prezzo di valore sul mercato quindi niente…per noi come per tanti altri la gara è finita qui!

Non avremmo mai immaginato che invece per qualcun altro quell’appartamento valesse oro, anche il notaio ha fatto fatica a leggere la cifra che era stata offerta per quell’immobile…ben 180.000 euro, ma siamo davvero sicuri?

Ebbene si, per chissà quale ragione qualcuno era disposto a comprare quell’appartamento ad un valore ben più alto di quello di mercato.

E pensare che c’è un’agenzia sul posto che vende un appartamento uguale a quello venduto all’asta, nello stesso stabile ma al piano inferiore a 110.000 euro, ma allora dov’è il vantaggio?

In questo caso non c’è nessun vantaggio ma proprio nessuno, ed infatti, da un punto di vista economico l’acquisto è chiaramente svantaggioso non solo perché il prezzo di aggiudica è nettamente superiore a quello di mercato, ma anche e soprattutto perché a questa somma vanno aggiunte le spese di aggiudicazione, spese di procedura senza considerare i tempi biblici per ottenere il decreto di trasferimento e prendere possesso dell’immobile. Soprattutto se non sai come fare per accelerare questa fase 😉

Sotto il profilo delle garanzie invece si sa che comprando all’asta sono escluse le garanzie per vizi della cosa venduta che per legge si applicano in una compravendita su libero mercato, questa mancanza di garanzia il più delle volte è compensata dal prezzo basso al quale normalmente si acquista con questa modalità, ma laddove il prezzo è pari a quello di mercato o addirittura superiore, come in questo caso, va da sé che siamo di fronte ad un vero e proprio errore di calcolo.

Valuta bene il tuo affare e se vuoi evitare acquisti sbagliati chiedi pure una consulenza. Saremo felici di aiutarti!


Autorizzo il trattamento dei miei dati personali